GREX

Scienze sociali, Solidarietà, Formazione

Collana interdisciplinare fondata da Alberto Merler

Grex-gregis: il gregge. Comunemente, siamo abituati a utilizzare il termine “gregge” secondo un’accezione negativa, come sinonimo di conformismo, appiattimento, adeguamento acritico. Ma il termine può essere anche utilizzato come sinonimo di insieme, gruppo, pluralità e, in definitiva, unione, armonia d’intenti, appartenenza, capacità di intraprendere un cammino comune, propensione a pensare e costruire collettivamente e in maniera inclusiva.

Sono, queste, d’altro canto, le peculiarità che contraddistinguono l’operatività solidale rispetto ad altri modi di agire, di intervenire nella dinamica societaria: la vocazione al lavoro collettivo, la propensione al sociale e alle sue idealità, l’abilità nel ridefinire le prospettive e congegnare progettualità differenti. Questo è un compito che coniuga capacità di osservazione, ricerca e riflessione, radicate nella realtà e nell’intervento. Compiti, questi, a cui anche l’università attuale non può rinunciare.

La collana ha un taglio multi/interdisciplinare e si compone di tre sezioni:

1. Interpretazioni e prospettive; comprende materiali di studio e saggi di interesse per la comunità scientifica e per quanti siano interessati a una visione d’insieme e approfondita sulle prospettive dell’impegno civico e della cittadinanza attiva.

2. Rapporti e ricerche, volumi che presentano le risultanze di attività di ricerca e intervento, nonché atti di convegni, di seminari, proposte di documentata interpretazione e azione con base nella ricerca empirica.

3. Pratiche ed esperienze; pubblicazioni orientate alla fruizione di facile consultazione e di uso didattico e operativo finalizzate principalmente a fornire strumenti di lavoro a quanti sono impegnati nel sociale, oltre che a decisori, studenti e persone in formazione, e agli studiosi e docenti che si pongono nella prospettiva di cercare strumenti adeguati ma non circoscritti.

Le proposte di pubblicazione sono sottoposte a valutazione esperta anonima.

La collana GREX nasce nell’anno accademico 1998/99 nell’ambito delle attività promosse dal Laboratorio Foist per le Politiche Sociali e i Processi Formativi dell’Università di Sassari e dal Consorzio SIS – Sviluppo Impresa Sociale. 

Fondatore e direttore: Alberto Merler (merler@uniss.it; amerler@inthum.eu)

Condirettore: Andrea Vargiu (avargiu@uniss.it)

Comitato editoriale

Stefano Chessa, Mariantonietta Cocco, Romina Deriu, Alberto Merler, Andrea Vargiu.

Segreteria di redazione

Francesca Antongiovanni, Marta Congiu, Valentina Ghibellini

Comitato scientifico e dei referenti sociali e civici

Fernando A. Albuquerque Mourão + (Universidade de São Paulo, BR), Luis Baptista (Universidade Nova de Lisboa, PT), Antonella Brusa (Cospes Salesiani Sardegna), Luciano Caimi (Università Cattolica di Milano), Rogério Caliari (MEPES, Anchieta, BR), Vittorio Capecchi (Università di Bologna), Vittoria Casu (Ministero di Giustizia), Vincenzo Cesareo (Università Cattolica di Milano), Luis Antonio Cunha (Universidade Federal do Rio de Janeiro, BR), Giuseppe D’Antonio (Cooperativa Sociale Nuovi Scenari, Nuoro), Francescu de Casabianca (INRA Corti, Consuelo del Canto (Universidad Complutense de Madrid, ES), Antonio De Lillo + (Università di Milano Bicocca), Rosalba Demartis (Comune di Cagliari), Carla Facchini (Università di Milano, Bicocca), Erineu Foerste (Universidade Federal do Espirito Santo, BR), Luigi Frudà (Università “La Sapienza” di Roma), Gaetano Galia (Cospes Salesiani Sardegna), Giuliano Giorio + (Università di Trieste), Luigi Gui (Università di Trieste), Budd Hall (University of Victoria, CA), Franz Hamburger (Mainz Universität, D), Francesco Lazzari (Università di Trieste), Giovanni Lobrano (Università di Sassari), Walter Lorenz (Università di Bolzano), Vicente Marotta Rangel + (Universidade de São Paulo, BR), Alberto Marradi (Università di Firenze), Denise Meyrelles de Jesus (Universidade Federal do Espirito Santo, BR), Angela Mongelli (Università di Bari), Michinobu Niihara (Università Chuo, Tokyo, JP), José Gabriel Pereira Bastos (Universidade Nova de Lisboa, PT), Ana Romão (Academia Militar de Lisboa, PT), Zeyneb Samandi (Centre d’Etudes Economiques et Sociales de Tunis, TN), Günther Sander (Mainz Universität, D), Remo Siza (Regione Autonoma della Sardegna), Hanns-Albert Steger + (Erlangen Universität, D), Rajesh Tandon (PRIA – Participatory Research in Asia, Delhi, IN), Roberto Togni + (Università di Trento), Mario Aldo Toscano (Università di Pisa).

Direzione e redazione

Associazione di Promozione Sociale IntHum — Laboratorio Interculturale di Ricerca e di Promozione della Condizione (H)umana: (amministrazione@inthum.eu)

Laboratorio Foist per le Politiche Sociali e i Processi Formativi, Università di Sassari (foist@uniss.it)

Scienze sociali, Solidarietà, Formazione

Collana interdisciplinare diretta da Alberto Merler

Edizioni Franco Angeli

1.1. Alberto Merler (a cura di),Dentro il terzo settore. Alcuni perché dell’impresa sociale

1.2. Maria Lucia Piga, Imprenditori per profitto e imprenditori per solidarietà

1.3. Remo Siza, Progettare nel sociale. Regole, metodi e strumenti per una progettazione sostenibile

1.4. Giovanni Michele Cappai (a cura di), Percorsi dell’integrazione. Per una didattica delle diversità professionali

1.5. Francesco Lazzari, Alberto Merler (a cura di), La sociologia delle solidarietà. Scritti in onore di Giuliano Giorio

1.6. Francesco Lazzari, Le solidarietà possibili. Sistemi, movimenti e politiche sociali in America Latina

1.7. Maria Lucia Piga, Teorie sociologiche e lavoro sociale

1.8. Mauro Pellegrino (a cura di), Per una politica sociale non produttivista

1.9. Mariantonietta Cocco, Migrazioni, educazione solidale, percorsi di co-sviluppo

1.10. Antoni Arca, A scuola di identità. I libri per ragazzi la suggeriscono plurale

1.11. A cura dei corsi di studio in servizio sociale dell’Università di Trieste, Nuove solidarietà nell’allargamento dell’Unione Europea

1.12. Romina Deriu, Saperi e attori sociali in contesti euro-mediterranei

1.13. Stefano Chessa, Formazione universitaria e mobilità studentesca in Europa

1.14. Romina Deriu, Sviluppo e saperi nel mediterraneo

1.15. Maria Lucia Piga,Regolazione sociale e promozione di solidarietà. Processi di cambiamento nelle politiche sociali

1.16. Maria Rosalba Demartis, L’aiuto professionale in servizio sociale. Teorie e pratiche

 

2.1. Paolo Volonté, Le imprese sociali e i beni culturali

2.2. Cristiano Caltabiano (a cura di), L’attivazione della solidarietà. Primo rapporto SIS sull’economia sociale in Sardegna

2.3. Cocco Mariantonietta, Merler Alberto, Piga Maria Lucia, Il fare delle imprese solidali. Rapporto SIS sull’economia sociale in Sardegna

2.4. Giuliano Glorio, Francesco Lazzari, Rosemary Serra (a cura di), Appartenenze valori paradossi nel nordest italiano. Il caso Treviso

2.5. Rossella Di Marzo, Luigi Gui (a cura di), Proposte per l’integrazione nei servizi sociali e sanitari. Formazione e azione dell’Unità di Valutazione Multidimensionale Distrettuale

2.6. Azienda socio-sanitaria di Pieve di Soligno-Treviso, L’integrazione scolastica dei disabili. Una ricerca in provincia di Treviso

2.7. Antonio Fadda. Alberto Merler (a cura di), Politiche sociali e cultura dei servizi

2.8. Francesco Lazzari (a cura di), Servizio sociale trifocale. Le azioni e gli attori delle nuove politiche sociali

2.9. Alberto Merler, Altri scenari. Verso il distretto dell’economia sociale

2.10. Francesco Maria Nurra, Giampiero Branca, Legalità, territorio, sviluppo. Partecipazione e servizi civili

2.11. Francesco Lazzari, Luigi Gui, Partecipazione e cittadinanza. Il farsi delle politiche sociali nei Piani di zona

2.12. Giampiero Branca, Francesco Maria Nurra, Ri-partire. Promuovere l’inclusione sociale attraverso il lavoro

 

3.1

3.2. Andrea Vargiu, Il nodo mancante. Guida pratica all’analisi delle reti per l’operatore sociale

3.3. Maria Luisa Raineri, Il tirocinio di servizio sociale. Guida per una formazione riflessiva

3.4. Folco Cimagalli, Valutazione e ricerca sociale. Orientamenti di base per gli operatori sociali

3.5. Rita Andrenacci, Simona Sprovieri, Il lavoro sciale individuale. Metodologia e tecniche di servizio sociale

3.6. Remo Siza, Le professioni del sociologo

3.7. Anna Zenarolla, Costruire qualità sociale. Indicazioni teoriche e operative per lo sviluppo della qualità nei servizi

3.8. Andrea Vargiu, Metodologia e tecniche per la ricerca sociale. Concetti e strumenti di base

3.9. Mauro Pellegrino, Filippo Ciucci, Valutare l